Blog

Salerno ospita la festa dei popoli: colori, canti, etnie a confronto, il 17 giugno

Buddisti, Cattolici, Cristiani Evangelici, Cristiani Ortodossi, Musulmani e Sikh: tutti insieme, domenica 17 giugno, in Piazza della Concordia (ore 17) pregheranno per l’armonia e la pace nel mondo. E’ tutto pronto per la festa dei popoli, l’evento creato dieci anni fa per raccontare la ricchezza culturale, le tradizioni e la storia dei nostri paesi d’origine, per scoprire punti di contatto e la bellezza della diversità

Gli organizzatori

La manifestazione è promossa dall’Arcidiocesi di Salerno – Campagna – Acerno, attraverso gli uffici diocesani Migrantes, Centro Missionario e Caritas, in collaborazione con i Missionari Saveriani, il Laicato Saveriano, e patrocinata dal Comune di Salerno. Impegna i rappresentanti delle comunità straniere presenti nel territorio di Salerno e provincia: dall’Europa Georgia, Italia, Polonia, Romania e Ucraina; dall’Africa Gambia, Marocco, Senegal e Tunisia; dall’Asia Bangladesh, Filippine, India e Sri Lanka; dall’America Latina Perù e
Venezuela, tutte pronte a presentare le proprie tradizioni culturali. Quest’anno la Festa si avvale della collaborazione delle associazioni salernitane “La Tenda”, “Ballando per le strade”, dal gruppo musicale “Utungo Tabasamu”, dell’Azione Cattolica Diocesana e dell’Associazione “Trumoon” che ha ideato e curato la grafica dell’evento.

Il commento

“Abbiamo iniziato questo percorso dieci anni fa e nel corso degli anni abbiamo incontrato altre persone, altre realtà con cui intrecciare fili di amicizia – spiega Antonio Bonifacio, Ufficio Migrantes Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno  – L’estro creativo della giovane artista salernitana Francesca Ferrara, membro dell’Associazione culturale TRUMOON, ha dato vita all’immagine della Festa dei Popoli Salerno, coniando la grafica di sintesi di questa decennale esperienza. Volti di culture diverse sono stati sapientemente fusi dalla matita di Francesca che ha ideato quel collegamento esclusivamente visivo che ancora mancava alla manifestazione diocesana. Un segno grafico che offre una visione d’insieme, comunica la mission di questa realtà, lasciandone percepire i valori che la animano”.

Dal logo al palco

Le comunità si esibiranno, come la loro tradizione prevede, per raccontare tutti i colori della diversità. Sarà possibile scoprire che in occidente il bianco è comunemente indossato dalle spose il giorno delle nozze, mentre in oriente è il colore tradizionale del lutto. Le religioni diverse tra loro sono tutte segnate dal nero, quale simbolo della rigorosa adesione a Dio: è nero l’abito talare dei preti cattolici, ortodossi e dei ministri drusi; è nero il mantello dei ministri del clero etiope, la redingote degli ebrei e il chador delle donne musulmane.
Le diverse tradizioni popolari presenteranno gli estremi del rosso, il mistero del giallo, le curiosità del blu. Sarà sorprendente sapere che la maggior parte delle lingue ha dei termini per indicare i colori, ma non tutte le lingue includono la terminologia necessaria per descrivere
l’intera gamma dei colori universalmente conosciuti. Se per gli italiani vi è differenza tra il colore blu del cielo e quello verde dell’erba, non
possiamo ignorare le “lingue grue” (dalla fusione di green e blue), dove i due colori vengono identificati con lo stesso termine e che risultano diffuse tra quei popoli che vivono in montagna o nei pressi dell’equatore, dove l’intensità dei raggi UV ingiallisce l’occhio e determina una maggiore difficoltà a inquadrare le differenze tra questi colori”. Parole d’ordine armonia, allegria ma soprattutto pace.

Potrebbe interessarti: http://www.salernotoday.it/eventi/festa-popoli-salerno-piazza-concordia-17-giugno-2018.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/SalernoToday/123077434434265

 

DOVE SIAMO:
Via Trento, 30
84129 Salerno (SA)
Campania, Italia
Guarda su Google Maps >>

PER PRENOTAZIONI:
T: (+39) 345 235 301 7
T: (+39) 331 201 02 57
@: info@viatrento30.com

15 giugno 2018 News & Eventi, Offerte e promo , ,
di Carla Polverino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *